A. Di Michele – Storia dell’italia repubblicana (1948-2008)

Garzanti

2008

pagine 496

Capire come eravamo per capire dove stiamo andando

In un volume di esemplare chiarezza, Andrea Di Michele ricostruisce gli ultimi sessant’anni della storia italiana. Attendendosi ai fatti e alla loro concatenazione, senza inseguire misteri e dietrologie, offre una preziosa sintesi dell’evoluzione di politica, società, economia, istituzioni, costume e cultura.
Partendo dal 18 aprile 1948 (quando si chiude la stagione della Resistenza e dell’unità nazionale) per arrivare fino alle recenti elezioni politiche (che sembrano segnare l’inizio di una nuova fase), Storia dell’Italia repubblicana racconta il duello tra De Gasperi e Togliatti, gli entusiasmi della ricostruzione, il proficuo grigiore democristiano degli anni Cinquanta e il duro scontro tra destra e sinistra, il boom e le tensioni sociali degli anni Sessanta, la nascita del centro-sinistra, la stagione delle stragi e del terrorismo, la «Milano da bere» craxiana, Tangentopoli e il crollo della prima Repubblica, gli scontri tra Prodi e Berlusconi nell’ultimo quindicennio.
Questa Storia dell’Italia repubblicana offre un quadro unitario delle recenti vicende del nostro paese, del suo ruolo nello scenario intrernazionale, dei suoi straordinari progressi e dei suoi problemi irrisolti, a cominciare dal complesso rapporto tra il Palazzo e la società civile. Raccontandoci il nostro passato prossimo, ci permette di capire il nostro presente e di orientarci al futuro.

Un commento di Gherardo Colombo

Libro che racconta con precisione la storia d’Italia dal 1948.

L’autore approfondisce molti degli avvenimenti principali e significativi del nostro Paese che talvolta molti di noi non ricordano. Fatti e situazioni fondamentali da capire e fare propri per una conoscenza più approfondita del nostro presente.