Chi siamo e cosa facciamo

L’Associazione nasce a Milano nel 2010 dall’incontro tra Gherardo Colombo e un gruppo di persone interessate ai temi del libro “Sulle regole”.
Uscito dalla magistratura, Gherardo Colombo si è da subito impegnato a promuovere la riflessione sul senso della giustizia, sulla Costituzione e sul rispetto della legalità proposta dalla Costituzione, valendosi anche di un’ininterrotta serie di incontri che hanno coinvolto soprattutto i giovani. Il presupposto del suo impegno culturale è l’idea che proprio l’approfondimento di questi temi contribuisca a modificare l’atteggiamento negativo che tanti hanno nei confronti delle regole:
“Se i cittadini non comprendono le regole essi tendono ad eludere le norme quando le vedono faticose e a violarle quando non rispondono alla loro volontà. Perché la giustizia funzioni fuori e dentro i tribunali, perché ci sia giustizia è necessario che cambi tale rapporto” (Sulle regole, Feltrinelli 2008).

Per il superamento di tale atteggiamento negativo, il percorso dell’Associazione si fonda sul riconoscimento reciproco, inteso come rispetto della dignità della persona, di qualunque persona in quanto tale, secondo la via tracciata dalla Costituzione e dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

Nel libro “Sulle regole” Gherardo Colombo propone il tema della società orizzontale, che ci ha fatto incontrare l’idea di una possibile società migliore, fatta a misura della persona.
Costruire una società con queste caratteristiche implica consapevolezza e impegno personale: ciascuno di noi può contribuire alla sua realizzazione, nel suo quotidiano, nella sua famiglia, nel suo lavoro, nella sua scuola, fiducioso e consapevole del fatto che un così profondo cambiamento culturale non può essere attuato a breve termine.
Lo scopo dell’Associazione è quindi quello di diffondere la cultura del rispetto delle persone, fondamento della Costituzione oggi vigente, e delle regole che servono a garantirlo, attraverso incontri, videoconferenze ed altri strumenti di comunicazione con studenti e insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado, con associazioni, centri culturali e sociali di qualsiasi genere e tipo, nonché attraverso l’elaborazione e l’attuazione di progetti nel campo della scuola, del teatro, del carcere, dell’immigrazione, anche attraverso sinergie con associazioni amiche.

Leggi lo Statuto dell’Associazione per conoscerci meglio!

Organizzazione

L’Associazione nasce nel 2010 e dal 2014 ottiene il sostegno della Fondazione Francesco Pasquinelli, diventando un’associazione di Promozione Sociale.
L’Associazione è dotata di un Consiglio di Coordinamento, eletto ogni tre anni dai soci dell’Associazione, il quale ha il compito di esercitare le attività esecutive relative all’Associazione e di amministrare quest’ultima in modo da raggiungere le finalità prefissate dai programmi di attività sociale approvati in occasione dell’assemblea annuale. Gli attuali membri del Consiglio di Coordinamento, eletti il 5 ottobre 2019 e in carica per i successivi tre anni, sono: Fabio Caon, Francesco Castelli, Monica Gallo, Luigi Pagano, Franca Pelucchi, Giosiana Radaelli, Diva Ricevuto. La presidente in carica è Diva Ricevuto.

Per meglio perseguire i suoi scopi, l’associazione è divisa in diverse aree operative, dette Gruppi di lavoro, che riflettono e si dedicano a sviluppare progetti riguardo alcuni ambiti di interesse: gli studenti, i giovani, la scuola e gli insegnanti; il carcere e la giustizia riparativa; la promozione della società orizzontale, della democrazia partecipata, del rispetto delle regole e del valore di ogni individuo tramite iniziative aperte alla cittadinanza e incontri dedicati ai soci; la diffusione, la promozione e la comunicazione corretta del messaggio includente espresso dalla nostra Costituzione e condiviso dall’Associazione.

I risultati perseguiti dai vari gruppi e i nuovi progetti vengono presentati e discussi in primavera in occasione dell’Assemblea Annuale dei soci, occasione durante la quale tutti i soci di Sulleregole sono invitati a confrontarsi sugli obiettivi raggiunti e sui nuovi traguardi da porsi.

 

ORGANIGRAMMA