Sulleregole Football Team

Nasciamo con l’intento di promuovere i valori dell’associazione SulleRegole e il pensiero di Gherardo Colombo sulla società orizzontale attraverso lo sport (il calcio, per ora, ma auspichiamo un allargamento delle rappresentative ad altre discipline).

Perché lo sport

  • Perché il rispetto delle regole è necessario per il funzionamento del gioco.
  • Perché, nello sport, tutte le persone (in primo luogo i bambini) trovano il piacere e il divertimento proprio nel rispetto delle regole.
  • Perché fa della diversità un valore aggiunto (negli sport di squadra sono necessarie abilità differenti dal punto di vista tecnico e atletico).
  • Perché è un contesto interdipendente e corresponsabile per cui la prestazione del singolo condiziona quella degli altri.
  • Perché appassiona le persone di tutto il mondo.
  • Perché coinvolge e integra non solo la dimensione cognitiva ma anche emotiva, che in termini educativi (altro interesse centrale dell’Associazione) sono fondamentali per un apprendimento efficace.
  • Perché, essendoci le stesse regole in tutto il mondo, lo sport unisce i popoli e le culture.
  • Perché è inclusivo (lo sport è stato storicamente ed è tutt’ora un’occasione planetaria di riconoscimento sociale e del valore delle diversità).
  • Perché, se unito ad azioni educative, può facilmente promuovere la società orizzontale (regole come possibilità e non come limite, pari dignità, inclusione, riconoscimento reciproco sia tra compagni sia tra avversari).
  • Perché a volte anche lo sport è contagiato dalla violenza e dalla discriminazione, ed è necessario marginalizzarle.

Che cosa facciamo

Disputiamo partite e tornei amichevoli con rappresentative di scuole, squadre calcistiche di detenuti, altre rappresentative (ad esempio magistrati, giornalisti, polizia, carabinieri…), per confrontarci e capirci e, se possibile, per raccogliere fondi destinati a progetti di interesse sociale e per diffondere il messaggio della società orizzontale.

Sulle regole dedica particolare attenzione alla scuola e al carcere. Le partite con le relative rappresentative saranno affiancate da incontri con studenti, detenuti, agenti penitenziari e altri operatori per dialogare sui temi della scuola orizzontale e della giustizia riparativa.

I nostri Ambassador

Aderiscono al progetto e giocheranno con noi

  • Damiano Tommasi (Nazionale, Roma AC…)
  • Beniamino Vignola (Juventus, Verona, Avellino…)
  • Fabiano Ballarin (Venezia, Chievo, Treviso…)

 

Siamo una squadra aperta

Può giocare con noi chiunque ami praticare il calcio senza distinzioni “di sesso, di razza [oggi diciamo etnia], di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali” (Articolo 3 Costituzione italiana), purché sia intrigato dall’importanza di promuovere una società orizzontale e abbia voglia di portare avanti con coerenza il messaggio dell’associazione.

Partecipa anche tu

Per entrare a far parte di SulleRegole football team è sufficiente iscriversi all’associazione SulleRegole e inviare un’e-mail a segreteria@sulleregole.it con oggetto “Partecipazione Sulle regole football team”. Nella mail vanno specificate le modalità di partecipazione (giocatore, team organizzativo e gestionale, sostenitore).

Sostienici

Per chi volesse sostenere la SulleRegole football team dal punto di vista economico, basta fare un’erogazione

Le erogazione liberali a favore di Organizzazioni di Volontariato (O.d.V) e delle Associazioni di Promozione Sociale (A.P.S.)  iscritte negli appositi Registri Nazionali, Regionali o Provinciali ai sensi dell’art. 83 comma 2 del D.Lgs. n. 117/17 Codice del Terzo Settore, nonché le erogazione a favore di ONLUS iscritte all’anagrafe tenuta dall’Agenzia delle Entrate

EFFETTUATE TRAMITE BONIFICO BANCARIO

Per le Persone Fisiche, privati o titolari di partita Iva,  assoggettate a IRPEF (quindi quanto sotto non vale per i contribuenti “forfettari” o i vecchi “minimi”) sono

         DETRAIBILI dall’Irpef in misura pari al 30% dell’importo erogato (35% se erogato in denaro alle ODV) a favore degli enti, per un importo complessivo non superiore a euro 30.000,00 in ciascun periodo di imposta.

oppure in alternativa

         DEDUCIBILI sino all’importo massimo pari al 10% del reddito complessivo. L’eccedenza potrà essere computata negli anni successivi fino a concorrenza dell’ammontare erogato, ma non oltre il quarto anno.